“The Future of Europe. European Meeting of Almafi” – Salerno2015

ALLEGATO 1
Prima bozza del Convegno

UNIVERSITA’ DI SALERNO
Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione
con il Patrocinio della
Sezione Teorie Sociologiche dell’Associazione Italiana di Sociologia
INCONTRI EUROPEI DI AMALFI
XXI

IL FUTURO DELL’EUROPA
27-29 maggio 2015

Sedi del Convegno:
27 – 28 Università di Salerno
29 Comune di Amalfi

L’Europa è il nostro futuro? L’ideale di un’Europa politica potrà realizzarsi? Oppure dovremo registrare l’ennesimo fallimento nel realizzare l’idea di Europa? C’è un valore ideale che ci unisce e ci sono pregiudizi, situazioni culturali e condizioni storiche e socio-politiche che ci dividono: valori religiosi, tradizioni, modi di pensare e di rappresentare la politica, l’economia e i rapporti sociali.

Dobbiamo continuare a credere nell’Europa ma dobbiamo anche ammettere che sussistono troppe e divergenti immagini dell’Europa: l’Europa degli economisti non è quella degli intellettuali, l’Europa dei politici non è quella dei popoli. Vissuta emotivamente, l’Europa affascina; realisticamente, invece, L’Europa si divide in modi di pensare e di agire che esaltano la differenza delle identità e che mettono in evidenza le diversità culturali e politiche.

L’Unione Europea è composta dalle differenti realtà dei Paesi che ne fanno parte. È possibile pensare che la molteplicità delle radici culturali dei diversi Paesi, più che essere indicata come criticità o ostacolo, possa costituire, invece, una differenziazione funzionale che, come risorsa, consolida e rende più ricca l’unità europea.

Se negli incontri di Amalfi torniamo a parlare di Europa è perché siamo in un momento decisivo, nel quale alla crisi della cultura occidentale si aggiungono la strumentalizzazione della paura, la demagogia dei politici e le chiusure di interessi settoriali. È perciò un momento in cui ciascuno deve assumere le proprie responsabilità, le quali possono portare a un nuovo fallimento nella costruzione dell’Europa oppure possono indurre a trovare una via d’uscita per risolvere contrasti e conflitti che ci separano.

I contributi che possono dare gli intellettuali e le università non sono mai decisivi: possono solo correggere la facile demagogia dei politici e la chiusura di una prevalente ragione calcolante che esclude le ragioni culturali e sociali dell’essere europei. Questo nostro incontro perciò non ha la pretesa di cercare soluzioni, ma, come in passato, vuole sollecitare riflessioni e idee, vuole far sentire la presenza di un impegno intellettuale che guarda al futuro.

Dal 1988 gli Incontri Europei di Amalfi hanno rappresentato un vivace confronto di opinioni e di proposte su alcuni dei più significativi temi della cultura europea. Continuiamo a farlo riflettendo sul futuro della nostra Europa.


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *